Digital Signage: Software Gestionale

Scenario

Scenario permette di suddividere la superficie di visualizzazione dei display TFT in più aree distinte, ciò allo scopo di visualizzare, in ogni singola area, testi, filmati o immagini: con l’ausilio di un unico display è pertanto possibile divulgare informazioni differenti sia come contenuti che come formato. Specifiche tecniche

Scenario

L’applicazione Scenario consente di:

  • predisporre i contenuti multimediali (Content Manager)
  • pianificare la loro distribuzione verso i display (Device Manager)
  • gestire la visualizzazione sui display stessi (Player)

Il processo complessivo di gestione del Digital Signage può dunque essere suddiviso in queste tre fasi.

Scenario prevede anche le funzioni per la definizione delle caratteristiche dell’impianto: la configurazione dei display che ne fanno parte con anche le relative proprietà.

Content Manager: la gestione dei contenuti
Il messaggio informativo che si vuole visualizzare deriva da uno studio del tipo di comunicazione che si intende effettuare e dalla realizzazione e raccolta dei contenuti come, ad esempio, sfondi, testi, video. L’applicazione di gestione dei contenuti consente di aggregare vari file realizzati in diversi formati: filmati, foto, testi statici inseriti dall’utente, testi dinamici (RSS) forniti da specifici server e pagine HTML rese disponibili da siti esterni. Ogni oggetto dispone, inoltre, di proprietà specifiche modificabili dall’utente, come, ad esempio, per il testo statico, il font, il colore, la dimensione dei caratteri.

Scenario permette di suddividere, in modo estremamente flessibile, la superficie di visualizzazione dei display TFT in più aree distinte, ciò allo scopo di visualizzare, in ogni singola area, testi, filmati o immagini: con l’ausilio di un unico display è pertanto possibile divulgare informazioni differenti sia come contenuti che come formato. In fase di configurazione dei contenuti da rappresentare, l’utente può agire su tutte le diverse aree del display, oppure, essere limitato, in base al profilo assegnatogli, ad una singola area, in modo da preservare l’impostazione delle aree comuni a tutto l’impianto o ad un insieme di display.

Dal punto di vista delle capacità video vi è la possibilità di visualizzare filmati, nei formati MPEG, AVI, e MOV, in quasi tutte le varianti previste, ed immagini, sia nel formato JPG che PNG. E’ possibile applicare degli effetti ai testi ed alle immagini: sono contemplati lo scorrimento verticale oppure orizzontale e anche la dissolvenza.

Display Manager: la distribuzione dei contenuti
I contenuti creati vengono associati al singolo display, o gruppo di display, e ad una specifica programmazione in modo da definire i giorni della settimana e gli orari di visualizzazione. Il Display Manager trasferisce i contenuti ai vari display tramite una connessione LAN oppure Internet. Ulteriore compito del Display Manager è quello di visualizzare l’esito di tali invii ai vari display TFT, evidenziando eventuali anomalie rilevate durante tale attività, come anche quello di riportare lo stato di funzionamento dei dispositivi e di permettere il controllo da remoto dei parametri di funzionamento del display (luminosità, contrasto, …).

Player: la visualizzazione dei contenuti su display
Il compito principale di questo software, installato a bordo del display, è la visualizzazione dei contenuti nelle varie aree in cui è stata suddivisa la superficie del display TFT, come pure la gestione e la visualizzazione dei testi da riportare sui display a LED. Obiettivo del Player è anche riprodurre i contenuti sulla base della schedulazione inviata dal Display Manager. Oltre a ciò, tale software gestisce le comunicazioni con il server centrale, per ricevere localmente gli aggiornamenti relativi ai contenuti da pubblicare.